Sei in: Archivio » Testi » Testo

Testo

Spettacolo puro

di Gaber - Luporini


1996 © P. A.




Con tutte le contraddizioni e le incertezze del destino umano
la vita va vissuta sempre come fosse un dono.
A volte si ha la sensazione di un presente ostile, di un futuro orrendo
ma in fondo son contento
di appartenere al mondo.

[coro:] Piango di qua
qualche volta piango dì là.
Piango di qua
qualche volta piango dì là.


La morte di un attore molto amato
Le chiacchiere del dopo terremoto
Godeva tutto il funerale quando lui ha cantato
L'arresto di un politico famoso
La favola del bacio misterioso
La chiesa si converte al rock piuttosto all'improvviso.
lo prego e piango di qua
qualche volta piango di là.
L'Europa ci regala un'altra tassa
Il gran rilancio della mafia russa
Si incaglia in mare un'ammiraglia c'era l'acqua bassa.
La crisi si è risolta sghignazzando
Bambino stupra anziano reverendo
Il pianto di una Madonnina, non le piace il mondo.

E anch'io… piango di qua
qualche volta piango di là.
Piango di qua
qualche volta piango dì là.

Nel gioco del falso e del vero
qualsiasi dolore del mondo è spettacolo puro.
È come se fosse un libro di avventure
che mi fa bene e male al cuore
un libro che non chiudo mai.

Piango di qua
qualche volta piango di là.
Piango di qua
qualche volta piango dì là.

È sempre più sicuro il pendolino
Leghista vende il Duomo di Milano
Tribù che mangia missionario pare molto buono
A volte la Ferrari ci fa male
D'Alema sembra sia un sentimentale
Tra poco ci sarà del sesso sempre più virtuale.
Io amo e piango di qua
Qualche volta piango di là.
Stravince con la moto un bel bambino
Pannella spaccia droga al mercatino
Scambiava la fontana antica per un trampolino
Cossiga quasi sempre torna in ballo
Emilio Fede clona il suo cervello
La grande svolta dell'Italia parte dal Mugello.

Io svolto e piango di qua
qualche volta piango di là.
Piango di qua
qualche volta piango dì là.


Nel gioco del falso e del vero
qualsiasi dolore del mondo è spettacolo puro.
È come se fosse un film di sentimento
che mi coinvolge proprio tanto
un film che non finisce mai.

[coro:] Piango di qua
qualche volta piango di là.
Piango di qua
qualche volta piango dì là.

Uccide sette coppie e non gli basta
La mistica Pivetti è via di testa
Il caso della mucca pazza in cerca di analista
Il costo giornaliero di un pentito
Adesso la massaia fa il soldato
Andava in giro per Venezia col suo carroarmato.

Per forza… piango di qua
qualche volta piango di là.

La carica dei topi in ospedale
Il vecchio incatramato al Quirinale
Si spara chiuso dentro un cesso alla Bicamerale
Purtroppo Bertinotti non concorda
La nostra maggioranza è un po' bastarda
La guerra delle quote latte fatta con la merda.

Io osservo e piango di qua
qualche volta piango di là.
Piango di qua
qualche volta piango dì là.

Nel gioco del falso e del vero
nel gioco del falso e del vero persino la vita e la morte
è spettacolo puro
La vita e la morte spettacolo puro.
La vita e la morte spettacolo puro.
La vita e la morte spettacolo puro.
Spettacolo puro!





Note: Brano tratto dalla stagione 1997-'98.

Trascrizione da: Disco



Spettacoli in cui è presente il testo:
  • Gaber 96/97 (1996)
  • Un'idiozia conquistata a fatica 97/98 (1997)
  • Un'idiozia conquistata a fatica 98/99 (1998)
  • Gaber 1999/2000 (2000)


  • Dischi in cui è presente il testo:
  • Un'idiozia conquistata a fatica (1998)
  • Un'idiozia conquistata a fatica (1999)
  • Gaber 1999-2000 (2000)
  • Un'idiozia conquistata a fatica (1997-2000) (2002)


  • Testo pubblicato previa autorizzazione dell'editore e degli autori.


    « Torna alla pagina precedente

    Segui il sito su: Facebook