Sei in: Archivio » Testi » Testo

Testo

Dialogo II

di Gaber - Luporini


1972 © P. A.




[Voce fuori campo:] Sì, sì, ma basta con questi problemi personali, sulla tua vita, sulla tua famiglia!
[G:] Ma insomma tu cosa vuoi, chi sei?
[Voce fuori campo:] Sono un extraparlamentare di sinistra!
[G:] E io sono un "extrafamigliare" di sinistra!
[Voce fuori campo:] Ma non ha mai pensato che la tua oppressione è un po’ meno pesante di quella di tanti altri? Non sai che c’è gente che deve pensare a mangiare, continuamente, con assillo?
[G:] Che fame!
[Voce fuori campo:] Non fare il cretino! C’è davvero gente che non mangia nemmeno!
[G:] Anch’io mangio poco. Roba leggera.
[Voce fuori campo:] Perché sei malato come tutti gli "intellettualini" che soffrono tanto per il loro foruncoli e non si accorgono dei pericoli veri che ci circondano: repressione, persuasione occulta, fascistizzazione, pericoli enormi, incombenti, subdoli, misteriosi…



Trascrizione da: Disco



Spettacoli in cui è presente il testo:
  • Dialogo tra un impegnato e un non so (1972)


  • Dischi in cui è presente il testo:
  • Dialogo tra un impegnato e un non so (1972)


  • Testo pubblicato previa autorizzazione dell'editore e degli autori.


    « Torna alla pagina precedente

    Segui il sito su: Facebook