Sei in: Archivio » Stampa » Dettaglio articolo/intervista

Dettaglio articolo/intervista

Categoria: Interviste 2000



La Repubblica - (pag.50) - 11/04/2001


“In tv torno solo per Adriano”

di Giacomo Pellicciotti

Giorgio Gaber: “Celentano è un amico, non posso dirgli di no”
 

L’incontro
MILANO — Un incontro per caso, nel salotto verde stile ‘800 del villino a due passi da piazzale Loreto. Giorgio Gaber è inaspettatamente lì, come ripiegato sul divanetto bianco. Con le sue rughe e la divisa di sempre, in comodi maglione e pantaloni blu e le intramontabili Clarks ai piedi. La voce è profonda, ha voglia di parlare, non c’è bisogno di domande: "Alla mia età non ho più illusioni né rimpianti, specie per un mondo ridotto così com’è. Dopo tanti spettacoli in teatro non posso più ascoltarmi, ci sono momenti che detesto la mia voce. Anche per questo non ho mai più voluto risentire i miei dischi, ripresi direttamente dagli spettacoli. Dischi destinati al mio pubblico abituale, tanto che a un certo punto li ho venduti solo a teatro, disinteressandomi della regolare distribuzione. Questo che esce ora (‘La mia generazione ha perso’) è il primo dopo vent’anni che ho registrato in studio con i miei musicisti e altri come Beppe Quirici che sanno come si fa un disco. Per una volta, ogni tanto mi piace riascoltarmi e affiora un vago rimpianto per aver trascurato l’aspetto più musicale del mio lavoro. Forse avrei potuto dedicare più tempo alle mie canzoni, in fondo ce ne sono alcune che avrebbero meritato una sorte migliore".
Strizza gli occhi ironico: "Pensi a ‘Le elezioni’, tornano ogni cinque anni, è una canzone sempre attuale". Andrà in tv da Celentano: "La televisione per come si è ridotta oggi, non m’interessa. L'anno scorso Adriano aveva insistito e gli avevo detto sì. Ci teneva tanto, siamo rimasti amici. Poi mi sono detto: che ci vado a fare? A malincuore lui ha capito e ha cantato a’Francamente...’ ‘Il conformista’ in mio onore. È stato talmente carino che ora non posso dirgli di no".



 


« Torna alla pagina precedente
Segui il sito su: Facebook