Categoria: Fuori scena



- Il Dialogo, aprile 1975 - 17/03/1975


Gaber a sostegno del mensile “Il Dialogo”

di

Giorgio Gaber si produceva talvolta in esibizioni estemporanee, al di fuori delle scadenze ufficiali del suo calendario teatrale. In questa sezione una raccolta di testimonianze delle sue apparizioni “fuori programma”, corredate da alcuni resoconti giornalistici.
 

CON DALLA E DE GREGORI A SOSTEGNO DEL MENSILE “IL DIALOGO” (lunedì 17 marzo 1975)

“Il Dialogo” è stato forse il primo dei periodici di quartiere a Milano, risalendo la sua nascita addirittura agli anni Cinquanta. Aveva la sua sede presso un Centro Sociale alla periferia Sud-Est della città (Calvairate). Il caso vuole che il direttore responsabile del “Dialogo” (futuro presidente di circoscrizione) fosse un grande appassionato di teatro. Per cui, il tendone itinerante del Piccolo fu un ospite decisamente gradito, quando approdò in zona. Gaber vi rappresentò “Far finta di essere sani” e “Anche per oggi non si vola”.
L’episodio di cui riferiamo qui, pure ospitato dal Teatro Quartiere, fu però un’iniziativa estemporanea di autofinanziamento organizzata dalla redazione del giornale, che riuscì ad assicurarsi, oltre alla presenza di Gaber, anche quella di Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Ron (all’epoca Rosalino Cellamare), Los Pulcapicos e Stormy Six.
Chi scrive abitava nelle vicinanze ma, causa un contrattempo, arrivò a concerto già iniziato. Dato che il tendone traboccava di gente, poté ascoltare Dalla e De Gregori solo dall’esterno. Poi, grazie ai buoni uffici del direttore de “Il Dialogo”, sua vecchia conoscenza, riuscì a sgattaiolare fortunosamente sotto la tenda, giusto in tempo per assistere alla performance di Gaber. Il concerto era totalmente improvvisato, ne facevano fede le difficoltà tecniche incontrate dai musicisti di Lucio Dalla. Gaber si presentò accompagnato soltanto dalla fida “Raspagni” artigianale per eseguire, a memoria di chi scrive, “Un’idea”, “Le mani”, l’inedita “Le elezioni”, “Chiedo scusa se parlo di Maria” e “C’è solo la strada” in cui, per concentrarsi sul lungo recitato, doveva smettere di accompagnarsi con la chirarra. Fu un trionfo, soprattutto tra il pubblico più giovane, che mostrava per Gaber un feeling immediato, meno ideologico rispetto ai fratelli maggiori.
E poi, lo spirito improvvisato e spontaneo della serata conferì al tutto uno speciale alone di simpatia e partecipazione.
(Mauro De Mario)

--------------------------------------
Qui di seguito, UN BREVE COMUNICATO DI RINGRAZIAMENTO CHE IL PERIODICO PUBBLICò IL MESE SUCCESSIVO.


Il Dialogo, aprile 1975
ANCHE GLI ARTISTI AIUTANO IL DIALOGO

Giorgio Gaber, Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Rosalino Cellamare, Los Pulcapicos e gli Stormy Six hanno offerto dell’ottima musica sotto il tendone del Teatro Quartiere lunedì 17 marzo, in uno spettacolo organizzato dalla redazione de Il Dialogo. L’incasso è stato devoluto al giornale. Successo straordinario di pubblico giovane ed entusiasta.
La redazione de Il Dialogo ringrazia gli artisti e gli intervenuti, che hanno voluto darci il loro concreto contributo in questo momento difficile per la sopravvivenza della stampa libera e democratica, dimostrando così viva sensibilità per i problemi della stampa di quartiere.
--------------------------------------
--------------------------------------


Un ringraziamento a Mauro De Mario per le ricerche e l'invio del pezzo.