Categoria: Libri di Gaber-Luporini



Einaudi - Tascabili - Stile Libero - 07/05/2002
http://www.einaudi.it


Giorgio Gaber. La libertà non è star sopra un albero. Antologia ragionata

di (a cura di) Valentina Pattavina




INDICE Prefazione di Gad Lerner - Introduzione. L'ultimo intellettuale di Massimo Bernardini - Un'irregolare. Conversazione con Giorgio Gaber di Vincenzo Mollica - Testi di canzoni - Testi di canzoni e prosa tratti dagli spettacoli teatrali - Altre parole - Appendice (Nota biografica - Discografia - Teatro - Filmografia - Bibliografia - Crediti)


Dall’Introduzione
"L’ultimo intellettuale"
Di Massimo Bernardini

[...] C’è di più. Gaber è stato ed è anche oggi, oggi che il suo interlocutore si è ormai frammentato in mille direzioni, un intellettuale collettivo. Altra parola consumata, che ci rimanda l’eco di antiche ideologie. Ma se la applichiamo a Gaber, la definizione vuole semplicemente dire che insieme a Sandro Luporini in questi anni ha sentito e cantato per molti, suscitando emozioni e disappunti, esami di coscienza e commozioni, persino "inni" chissà se davvero compresi ("libertà è partecipazione").
Poi Giorgio Gaber ama il rigore della forma, nella scrittura e in palcoscenico. Usa i mezzi di comunicazione per quello che sono e che valgono. La sua lingua infatti è netta, semplice, diretta. Non ha complessi d’inferiorità verso la cultura alta, narcisistica, autoreferenziale degli intellettuali all’italiana. Ha promosso un’audace convivenza di forme, dalla canzone al monologo, dalla pièce di prosa fino ai bis con la chitarra. E volta per volta, a seconda della necessità, la sua parola si è fatta sberleffo, richiamo, dileggio, emozione, disincanto, amarezza. Si è sentito per anni insieme a un’intera generazione e di colpo solo, sempre più solo. Credeva di aver conquistato una certa opinione pubblica, poi l’ha sentita sempre più distaccata, impermalosita, alla fine persino polemica. In compenso, in oltre quarant’anni di carriera, ha continuato a scoprire nuovi interlocutori e sempre nuovo pubblico, divenendo intramontabile campione d’incassi a teatro e, a sorpresa, ancora gran venditore di dischi alla svolta del secolo. Ma come si costruisce, nel tempo, un intellettuale vero? [...]


Nella confezione cofanetto "Parole e canzoni". A cura di Vincenzo Mollica - Einaudi Stile Libero/Video